google web stories

Google Web Stories

WEB STORIES

Cosa sono, come funzionano e come utilizzarle.

Google Web Stories
Plugin WordPress Web Stories by Google - Screenshot pannello di controllo

Non sono proprio una novità del 2022, nascono circa 1 anno fa, ma sono per ora utilizzate ancora da pochi, pochissimi player digitali.

Di cosa stiamo parlando? delle Web Stories...  ma cosa sono e a cosa servono soprattutto?

Beh dal nome intuiamo che si tratta di semplicemente di Stories, esattamente, ma finalmente sdoganate dai social network.

In sostanza mantengono le loro caratteristiche di immediatezza e semplicità, ma a questi valori aggiungono molto altro, features che sulla carta (più nel web) ne fanno uno strumento potentissimo per la promozione dei brand presenti online.

Ma vediamo insieme di cosa si tratta esattamente:

   Innanzi tutto la proprietà delle Web Stories è dell'editore, come per le stories di facebook e instagram, solo che l'editore è il proprietario del sito web in questo caso e non #Meta (l'aziendina di Mark Zuckerberg), quindi se il sito è tuo vai a produrre dei contenuti di cui hai la piena titolarità. Un aspetto da non sottovalutare.

   Le web stories sono state sviluppate da AMP di google, di fatto sono delle pagine AMP, che in parole povere significa ottimizzate con tecnologia dedicata al mobile. AMP infatti è l'acronimo di "Accelerated Mobile Pages", e considerando che circa l'80% del traffico globale è Mobile e non più Desktop (tutti o quasi abbiamo uno smartphone, non tutti abbiamo un computer) questo fattore diventa determinante per creare contenuti veloci, e come tali più fruibili.

 ✅ Essendo un’invenzione partorita da mamma #Google (diciamo più un trend digitale) è naturale che sia sviluppata e pensata per soddisfare logiche che vanno oltre la “semplice” usabilità dai dispositivi mobili. Stiamo parlando di SEO. Le Web Stories rientrano nell’ecosistema di google inteso come motore di ricerca, quindi vengono indicizzate alla grandissima! Certo occorre assicurarsi che rispondano ad alcune caratteristiche, ma niente di particolarmente complesso. Così in pochissimo tempo dalla loro pubblicazione PUFF… e te le ritrovi subito nelle SERP (Risultati di ricerca organica)!

 ✅ Abbiamo detto che la condizione “sine qua non” per poterle implementare è avere una scatola dove inserirle, un sito web appunto. Questo consente di avere un Archivio delle proprie stories che può essere richiamato facilmente in una qualsiasi sezione del sito e consultato in ogni momento.

✅ E’ stata da poco rilasciata anche un plugin ufficiale WordPress (prima in versione beta test). Un passo significativo verso l’utenza allargata dei CMS, di chi quindi non è per forza un webmaster cintura nera di coding e può in questo modo implementare questo strumento. Tra l’altro l’interfaccia del plugin è davvero intuitiva e consente di gestire tutto in maniera molto più accurata rispetto ai limiti della gestione social. Animazioni, colori, immagini, sfondi musicali, link, davvero una bomba! Certo bisogna sapere come integrare il tutto anche in ottica SEO, ma è una cosa davvero accessibile.

✅La vera differenza che crea valore è la possibilità di gestire senza limiti i link delle storie. E’ infatti possibile linkare qualsiasi cosa, e considerando che le web stories non sono altro che delle pagine web a tutti gli effetti (AMP) possiamo linkare le Web Stories tra di loro, creando un vera e propria narrazione con finalità diverse a seconda della strategia del brand, brand strorytelling appunto 😉


 

Tutte le caratteristiche elencate ne fanno un prodotto davvero interessante che dovrebbe rientrare in ogni piano strategico di comunicazione integrata di qualunque azienda abbia un sito web e necessiti di comunicare, vendere servizi e prodotti, o semplicemente fare brand awareness.

Come dicevamo all’inizio non sono molte le aziende che stanno sfruttando questa tecnologia, il che si traduce in un vantaggio competitivo per chi, comprendendone le potenzialità, decide di inserirle nella propria strategia di comunicazione. Se hai un sito e desideri ti consigliamo di attivarti prima che diventi una diffusa soluzione "mainstream".

Che Web Stories sia quindi, noi lo consigliamo vivamente!

Nell'immagine animata potete vedere come si comportano le Web Stories nell'ecosistema Google.

Stay Digital!

Immagine ufficiale ripresa dalla guida per sviluppatori di google che potete richiamare cliccando qui

 


SCOPRI QUESTO INNOVATIVO ED EFFICACE STRUMENTO DI PROMOZIONE

Compila questo FORM per avere maggiori informazioni, saremo lieti di ricontattasti e spiegarti come configurare questa soluzione in maniera realmente performante, e se lo desideri assisterti per implementare e gestire per te tutto quanto.

    Il tuo cognome (richiesto)

    Share this post

    Riccardo Marelli

    Riccardo Marelli

    Author | Creative Director | Digital Specialist